Mugello, sapori che riscaldano il cuore

In autunno e inverno non possiamo non parlare del cavolo nero. Viene coltivato in queste terre fin dall’epoca romana ed è così legato alla Regione tanto da essere chiamato anche cavolo di Toscana. Tra i numerosi utilizzi che se ne possono fare. in Mugello è tipica la ‘farinata con le leghe’, una zuppa di fagioli, cavolo nero, pancetta (quando i contadini ce l’avevano) e farina di mais. Un vero e proprio cibo scalda-cuore che serviva agli agricoltori per avere tutti i nutrienti necessari e per riscaldarsi durante il freddo inverno. 

read more >

Il primo passo verso il wellness quotidiano

Le indicazioni relative al giusto “dosaggio” devono essere ben definite e personalizzate attraverso la creazione di un vero e proprio Percorso Wellness: analisi dei bisogni, anamnesi metabolica, valutazioni corporee e motorie, definizione chiara di un obiettivo specifico e stimolante, generazione di alternative per raggiungerlo, equilibrio alimentare e mentale.

read more >

Il Forno Conti e la tradizione del pane artigianale

Trascorrere una vita tra acqua e farina rende giovani. Non si può che pensare questo quando si incontra Giuliano Conti, che ha più di ottant’anni ma ne dimostra almeno 20 in meno. È il fondatore dello storico forno di San Piero a Sieve dove continua a venire tutti i giorni per supervisionare il lavoro del figlio Francesco, della figlia Cristina, del genero Luca e della nipote Irene.

read more >

L’energia della terra

La Toscana resta però il luogo per eccellenza che, oltre a custodire i “saperi geotermici”, presenta caratteristiche ideali per creare sviluppo sostenibile, attraverso la produzione di elettricità da fonte rinnovabile e l’utilizzo del calore geotermico. La geotermia toscana coniuga passato, presente e futuro in una storia di innovazione e di sostenibilità che racconta come un’attività industriale possa integrarsi con il territorio, favorendone non solo lo sviluppo energetico ed economico, ma anche turistico e culturale in un modello di “green economy” che unisca crescita produttiva e attenzione per l’ambiente.

read more >

Tutti pazzi per il foliage: l’Amiata in autunno

Il foliage tra i più belli e instagrammabili (già abbiamo detto proprio instagrammabili) d’Italia è qui, su questo vulcano quiescente. Nei mesi autunnali gli alberi a foglie caduche si tingono di giallo, arancione e rosso e prima che le loro foglie si abbandonino a terra, riescono a regalare ai visitatori che hanno la fortuna di trovarsi nel posto giusto al momento giusto delle sfumature mozzafiato.

read more >

Dalla «Foresta» agli States

Whoa contiene undici brani di rara intensità, capaci di stupire per originalità e freschezza: folk, melodie, incursioni elettroniche, soul e perfino hip-hop convivono in simbiosi rimandando a un’improbabile natura urbana: «Mi sposto dalla collina in Toscana a New York, tra grattacieli, prati verdi e il Rio Buti dove c’è una cascata bellissima, il mio immaginario è questo e consiste nel trasformare le emozioni visive in musica: una sinestesia di note e colori». A proposito di natura: «La condizione ideale per ascoltare il cd – dice – è stando sdraiati in un prato con le cuffie a osservare le nuvole».

read more >

Il paradiso della pizza a lunga lievitazione

Ma ecco le pizze: «le più richieste – dice – sono la Foxy (bianca con mozzarella, patate, pancetta e pecorino), la Cremosa (bianca, mozzarella, Philadelphia, crudo, rucola e grana), il Rotolino (una pizza chiusa, farcita e condita) e il Ciaccino Adriana; oltre alle scelte più classiche (Margherita, 4 Stagioni, Capricciosa…)»

read more >

Alcuni stereotipi sugli italiani e perché sono fraintesi

Gli italiani sono spesso legati a pratiche commerciali non etiche, che siano dovute alla mafia o ad un’altra forma di condotta criminale, questa reputazione si è cristallizzata ed è difficile da superare. La verità è che l’Italia è un Paese fondato sulle idee di ‘famiglia’ e di ‘amicizia’ radicate in migliaia di anni di storia; molte persone seguono ancora queste usanze nell’Italia moderna, il che potrebbe spiegare perché hanno un così forte attaccamento alla loro cultura e al loro modo di vivere.

read more >