Di Guilherme Caleffi Spindola

 

Immagina di mordere un trancio di autentica Pizza Italiana, dove il cornicione risulta morbido, friabile e leggero come una nuvola. Una ricca e aromatica salsa di pomodoro si fonde perfettamente con la mozzarella fior di latte, ogni boccone esplode con le note vibranti e fresche del basilico. È un semplice capolavoro, realizzato da Bibi Pizzerie.

 

 

La storia dell’attività di famiglia di Bibi Pizzerie è profondamente intrecciata con le storie personali dei suoi fondatori, mostrando un percorso di imprenditorialità e tradizione che si è esteso per decenni. Il racconto inizia nel 1993 quando il padre Valter, dell’attuale proprietario Maurizio, aprì un ristorante di famiglia a Campello sul Clitunno. Questo ristorante, curato amorevolmente dalla famiglia, divenne un’istituzione locale amata e prosperò per 25 anni sotto la loro gestione.

Durante questo periodo, Valter nutriva anche un affetto speciale per una pizzeria chiamata “Pizzeria dell’Orologio” situata in Piazza del Mercato 24 a Spoleto. Questa pizzeria era stata una parte significativa della sua vita molto prima del ristorante, poiché aveva lavorato lì per qualche periodo.

Così, quando nel 2004 si presentò l’opportunità di acquistare la Pizzeria dell’Orologio, che era in vendita, la colse senza esitazione, spinto dalla passione e dalla nostalgia per il luogo ricco di ricordi felici.

 

 

Sotto la sua guida, la Pizzeria dell’Orologio continuò a servire pizza agli Spoletini soprattutto del centro storico e nel frattempo, il ristorante di fam

iglia originale continuò ad operare fino al 2018, quando il fratello del proprietario, che ne aveva preso la gestione, decise di chiuderlo per esplorare nuove opportunità professionali in tutta Italia.

La narrazione ha preso un’altra svolta emozionante nel 2017. Gli stessi proprietari che inizialmente avevano venduto la Pizzeria dell’Orologio contattarono nuovamente la famiglia, questa volta per offrire la vendita di un’altra pizzeria, “Pizzeria del Corso” situata nel Corso Garibaldi comunemente chiamato dagli spoletini “Borgo”. Nonostante Valter fosse vicino alla pensione ed esitante riguardo l’intraprendere una nuova impresa, Maurizio prese l’iniziativa anche grazie agli incoraggiamenti della moglie Lucia.

Dopo discussioni e considerando il forte rapporto che avevano mantenuto con i precedenti proprietari, decise di espandere l’attività di famiglia.

Ad oggi, Maurizio, immensamente orgoglioso, ha portato il totale a due pizzerie prospere sotto il marchio Bibi Pizzerie. Questa espansione non è solo un risultato commerciale, ma la continuazione di un’eredità che il padre ha iniziato e che è ansioso di mantenere. Il marchio è diventato sinonimo di qualità e tradizione, una testimonianza della dedizione e del duro lavoro della famiglia.

 

 

Guardando al futuro, Maurizio è speranzoso che questa eredità di imprenditorialità e impegno familiare continui. Forse, un giorno, suo figlio Matteo sceglierà di assumere questo ruolo e portare avanti l’eredità che ha definito così tanto la storia della loro famiglia. Riflettendo sul loro viaggio, ciò che spicca non è solo il successo o l’espansione del loro business, ma la continuità della passione e dell’impegno attraverso le generazioni. Questa storia delle Bibi Pizzerie non riguarda solo le pizze o i luoghi; riguarda l’amore di una famiglia per il loro lavoro e la loro città, una narrazione che sperano ispiri le future generazioni proprio come ha ispirato loro.

 

Info: Corso Giuseppe Garibaldi, 18 – Spoleto (PG) – tel. 0743 221756 (anche WhatsApp)

 Piazza del Mercato, 24 – Spoleto (PG) – tel.  0743.49452

@bibi_pizzerie

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *