Di Guilherme Caleffi Spindola

 

Enrico, originario di Spoleto, iniziò il suo viaggio nel mondo della gioielleria nel 1974 quando si iscrisse all’Accademia Orafa di Valenza, rinomato centro d’arte orafa. Questa prestigiosa istituzione è nota per formare alcuni dei migliori gioiellieri in Italia ed ha dato a Enrico una solida cultura nell’arte di creare gioielli.

 

 

Nel 1986 Enrico fondò ‘Spoleto’ Gioielli insieme a diversi soci. Durante gli anni ’90, Enrico e la sua famiglia emersero come i principali azionisti, guidando l’azienda al successo attuale. Spoleto Gioielli si trova nel cuore storico di Spoleto, dove il suo laboratorio è dotato di una gamma di sofisticati macchinari. Un team di esperti trasforma le pietre grezze, provenienti dal Brasile e dall’India, in gioielli raffinati. Queste pietre arrivano pretagliate, ma è all’interno del laboratorio di Spoleto Gioielli che vengono lavorate in disegni unici.

Enrico è orgoglioso della portata internazionale di Spoleto Gioielli, con il 60% dei loro prodotti esportati a livello globale. Straordinariamente, alcuni pezzi sono stati venduti persino in Brasile e in India, i paesi stessi da cui provengono le pietre grezze. Enrico vede questo come un ritorno poetico alla loro origine, dove ogni pietra trova il suo posto predestinato sulla terra.

Ha una convinzione filosofica: che ogni pietra abbia un destino predeterminato, incontrando il suo scopo e chi alla fine la indosserà. Le donne sono la principale fonte di ispirazione per i disegni di Enrico. Crede che ogni pezzo di gioielleria sia destinato a una persona specifica, e la sfida sta proprio nel trovare quella persona. Alcuni pezzi possono rimanere in attesa per anni, aspettando pazientemente l’abbinamento perfetto.

Tra le creazioni di Spoleto Gioielli, quella più distintiva è sicuramente l’anello. Questo capolavoro tridimensionale è stato un pilastro delle loro collezioni, da oltre 35 anni. Nonostante la lunga storia, il design rimane moderno e continua a catturare l’attenzione degli appassionati.

La gioielleria di Enrico si distingue per il suo approccio unico al design. Uno stile ben evidenziato da un fatto eclatante: Enrico notò un’attrice americana al Festival di Cannes indossare uno dei suoi pezzi. Sebbene non le avesse venduto direttamente il pezzo, ciò esemplificava la sua convinzione che ogni pietra trovi il suo legittimo proprietario, non importa quanto lontano debba viaggiare. Una circostanza che confermò l’idea che un pezzo di gioielleria, come una pietra destinata, troverà sempre il suo vero destinatario tra miliardi di persone.

Il viaggio di Enrico da studente all’Accademia Orafa fino alla direzione di Spoleto Gioielli è una testimonianza della sua dedizione per l’attività orafa. La sua capacità di trasformare materiali grezzi in opere d’arte ha reso i suoi pezzi molto ricercati a livello internazionale – ma anche ‘infusi’ di un certo senso di destino e unicità. Ogni pezzo realizzato nel suo laboratorio porta con sé una storia: un viaggio dalle miniere del Brasile e dell’India alle eleganti ambientazioni di Spoleto, e infine, alle mani del suo destinatario predestinato. Questo incontro di artigianato, destino e ispirazione continua a definire l’eredità di Spoleto Gioielli.

 

 

Info: Corso Giuseppe Garibaldi, 73 – Spoleto (PG) / Tel. (+39) 0743 221678 / www.spoletogioielli.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *